SRS SI E' TRASFERITO

I SITI DI RAFFAELLA DI MARZIO SONO STATI TRASFERITI SUL NUOVO SITO

SPIRITUALITA' RELIGIONI E SETTARISMI

VISITALO E ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

domenica 22 dicembre 2013

Diritti religiosi, preoccupazione in Europa


 Torna il reato di opinione? 



 


Articolo di Camillo Maffia

Agenzia Radicale, 21 dicembre 2013

Preoccupazione crescente in Europa per i diritti religiosi e spirituali, ma anche per libertà di coscienza e autodeterminazione: è quanto emerge dalla conferenza annuale di Soteria International, svoltasi il 10 dicembre a Copenaghen. Particolare importanza ha assunto la situazione italiana, soprattutto in seguito alle vicende giudiziarie legate al gruppo rumeno MISA Yoga, il cui leader Gregorian Bivolaru è rifugiato politico dal 2005. Il caso fa discutere per via dei legami fra movimenti anti-sette e persecuzione religiosa dentro, ma anche fuori dall’Italia.

“I governi stanno approvando nuove leggi in Europa, sostenendo di proteggere i cittadini dalla ‘manipolazione mentale’. La criminalizzazione colpisce in modo particolare le religioni minoritarie e i movimenti spirituali. La nostra democrazia si basa sull’autodeterminazione – la capacità e il diritto dell’individuo di decidere per se stesso. Le nuove leggi indicano che questa capacità è oggi minacciata. Ma gli insegnamenti spirituali sono la minaccia? La risposta è la criminalizzazione? Se la capacità di autodeterminazione degli individui è minacciata, non dovrebbe essere assicurata rafforzando la libertà di coscienza, piuttosto che tramite la criminalizzazione di alcuni pensieri o credenze?”, si domanda Soteria International.

Non è la prima volta che un incontro internazionale getta luce su questo scenario. Lo scorso 26 settembre, a Varsavia, la stessa associazione ha avuto modo di approfondire l’argomento all’interno del side-event in sede OSCE/ODIHR, dove l’Italia ha ricevuto tre raccomandazioni da ONG preoccupate per l’esistenza di un’apposita Squadra di Polizia Anti-sette (continua...).


Camillo Maffia








Nessun commento: