SRS SI E' TRASFERITO

I SITI DI RAFFAELLA DI MARZIO SONO STATI TRASFERITI SUL NUOVO SITO

SPIRITUALITA' RELIGIONI E SETTARISMI

VISITALO E ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

domenica 1 aprile 2012

Interrogazione parlamentare sulle campagne del CCDU


 Scientology strizza l'occhio al Gran Consiglio

-----------------------------------------------------------------------------------------------


Altri articoli correlati:

- Archiviata la denuncia del CCDU contro Simonetta Po

- DDL 569 ed effetto boomerang ...

-----------------------------------------------------------------------------------------

Orlando Del Don:"Diversi parlamentari sono stati contattati con lettere e materiale video

 

"Da anni oramai il nostro Cantone deve subire sistematici quanto scellerati attacchi contro la psichiatria e gli psichiatri da parte del CCDU della Svizzera Italiana (Comitato dei Cittadini per i Diritti dell’Uomo), notoriamente una emanazione della “Chiesa” di Scientology. Questi attacchi alla psichiatria (pubblica e privata) sono perpetrati in modo odioso e rivoltante e, al contempo, con grande maestria in quanto a manipolazione e strumentalizzazione dei dati, e tali da essere molto inquietanti, soprattutto riguardo gli effetti e le ripercussioni sullo stato psicologico dei pazienti in cura specialistica. Pazienti i quali appaiono poi spesso confusi ed angosciati da questi messaggi del CCDU. Senza contare poi che la stessa psichiatria pubblica e privata del Cantone, in quanto scienza e offerta di assistenza e cura alle persone bisognose, viene messa alla berlina e addirittura messa all’indice".
 
E' questa la premessa di una mozione parlamentare inoltrata oggi dal deputato UDC Orlando Del Don contro Scientology.

"Recentemente - aggiunge Del Don - diversi parlamentari del nostro Gran Consiglio sono stati direttamente contattati, con invio di lettere e materiale video, da parte del CCDU, il cui contenuto lascio immaginare. Significativo il fatto che la scelta dei parlamentari ai quali è stato trasmesso questo materiale non sia stata casuale e che, fra i destinatari, le persone più competenti a dare risposte a questo tipo di “propaganda” non siano state toccate/coinvolte da queste attenzioni".
 
Il deputato chiede pertanto al Consiglio di Stato di "voler costituire un gruppo misto di lavoro (parlamentari e funzionari dell’OSC, unitamente al medico cantonale) incaricato di valutare le azioni e i danni causati da questo movimento (Chiesa/Setta)".

E chiede anche che "questo gruppo di lavoro funga inoltre da organo consultivo sia per i cittadini bisognosi di informazioni e rassicurazioni in proposito, sia nei confronti delle autorità/istituzioni chiamate in causa di volta in volta da queste forme di pericolosa propaganda foriera di pericolose derive psicopatologiche e sociali". 


La mozione è controfirmata da diversi deputati in Gran Consiglio: Eros Mellini (UDC), Gabriele Pinoja (UDC), Lara Filippini (UDC), Marco Chiesa (UDC), Franco Denti (PPD), Roberto Malacrida (PS), Armando Boneff (PPD), Michele Guerra (Lega), Sergio Savoia (Verdi), Mauro Minotti (Lega), Daniele Caverzasio (Lega), Claudia Crivelli Barella (Verdi).

Nessun commento: