SRS SI E' TRASFERITO

I SITI DI RAFFAELLA DI MARZIO SONO STATI TRASFERITI SUL NUOVO SITO

SPIRITUALITA' RELIGIONI E SETTARISMI

VISITALO E ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

domenica 27 novembre 2011

Esiti imprevedibili di una "cospirazione" di provincia ...


Si alternano i testimoni davanti ai giudici della Prima Sezione Penale
  Quotidiano di Bari - Giovedì 10 Novembre 2011


 LEGGI  L'ARTICOLO


Lunedì scorso l’udienza davanti ai giudici della Seconda Sezione Penale
  Quotidiano di Bari - Domenica 19 Febbraio 2012


LEGGI  L'ARTICOLO
------------------------------------------------------------------------------------------------------

“Cospirazioni avvengono, bisogna ammetterlo.

Ma il fatto notevole che, nonostante la loro presenza, smentisce la teoria della cospirazione, è che poche di queste cospirazioni alla fin fine hanno successo.

I cospiratori raramente riescono ad attuare la loro cospirazione.
 
Perché si verifica questo? Perché le realizzazioni differiscono così profondamente dalle aspirazioni? 

Perché ciò è quanto normalmente avviene nella vita sociale, ci siano o non ci siano cospirazioni. 

La vita sociale non è solo una prova di forza fra gruppi in competizione, ma è anche azione entro una più o meno elastica o fragile struttura di istituzioni e tradizioni, azione che provoca – a parte qualsiasi contro-azione consapevole – molte reazioni impreviste, e alcune di esse forse anche imprevedibili, in seno a questa struttura.

Cercare di analizzare queste reazioni e di prevederle per quanto possibile è, a mio giudizio, il compito essenziale delle scienze sociali.

È il compito di analizzare le inintenzionali ripercussioni sociali delle azioni umane intenzionali”.

Karl Popper
 
Karl Popper, La società aperta e i suoi nemici, Vol. 1-2, Armando Editore 2004
 ---------------------------------------------------------------------------------------------
Alessandro Litta Modignani, Karl Popper sulle “teorie cospirative”, Notizie Radicali (http://notizie.radicali.it)

1 commento:

Anonimo ha detto...

Gentile Dottoressa,

come al solito Lei è sempre sottile e raffinata.

Ma temo che questa volta si sia superata e forse abbia esagerato, certa gente non arriverà mai a comprendere le ALTEZZE di Karl Popper!

Un filosofo