SRS SI E' TRASFERITO

I SITI DI RAFFAELLA DI MARZIO SONO STATI TRASFERITI SUL NUOVO SITO

SPIRITUALITA' RELIGIONI E SETTARISMI

VISITALO E ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

domenica 14 novembre 2010

Organizzazioni settarie e antisettarie: strutture e dinamiche similari in contesti antagonisti


12° Congresso Internazionale 

"L’IO, L’ALTRO, DIO: Religiosità e Narcisismo"

Organizzato dalla Società Italiana di Psicologia della Religione, in collaborazione con I'Istituto Sorelle della Misericordia

Verona, 20 – 21 NOVEMBRE 2010 






Sessione di lavoro S1 (20 Novembre 2010)

TITOLO DELLA SESSIONE:  Carisma e dipendenza in alcuni contesti relazionali

Chairman: Raffaella Di Marzio


Relazione di Raffaella Di Marzio:  Organizzazioni settarie e antisettarie: strutture e dinamiche similari in contesti antagonisti


ABSTRACT

In questo contributo si esamineranno alcune caratteristiche presenti negli atteggiamenti sociali di resistenza a gruppi religioso-spirituali minoritari, i cosiddetti “culti” o “sette”, da parte di gruppi antagonisti attivi all’interno del sistema sociale maggioritario e dominante.

Si affronterà la funzione di sostegno e rinforzo a questi gruppi messa in atto dal sistema dei mass-media che contribuisce ad enfatizzare la connotazione peggiorativa dei “culti” o “sette”, una importante questione empirica, non sufficientemente approfondita dalle scienze sociali e psicologiche, ma che ha molto a che fare con l’operazionalizzazione dei culti intesi come nuove forme di devianza religiosa subculturale.

Si metterà in evidenza la presenza, nei movimenti antisette, analogamente a quanto avviene nelle “sette”, di dinamiche psicologiche come il love-bombing, l’indottrinamento finalizzato a reinterpretare la realtà, la risocializzazione, la proiezione e la tendenza a mettere in atto varie forme di aggressività.

L’esito di queste dinamiche gruppali dipende anche dalla modalità con cui la leadership viene esercitata dai vari ricercatori, facilitatori, consulenti, psicologi, criminologi ecc, che fungono da guida, e i cui atteggiamenti, analogamente a quanto avviene per i leader delle “sette”, fanno talora supporre la presenza di una personalità di tipo narcisistico.


Nessun commento: